RESPONSIBLE MED
Strumento informatico di valutazione del legame RSI - Competitività
E' disponibile on line l'applicativo Responsible Med che aiuta le PMI a valutare il proprio grado di maturità in termini di RSI e gli effetti, ex-ante ed ex-post, delle proprie strategie e pratiche di RSI.

Lo strumento è disponibile al seguente indirizzo: http://responsible-med.eu
FABRICA ETHICA
Comunicare il cambiamento, attraverso un processo di confronto continuo con le questioni legate all’etica sociale delle imprese. Questo l’obiettivo del sito www.fabricaethica.it, luogo di studio, di dibattito, di servizio e di informazione nato dall’esperienza e dalle esigenze di Fabrica Ethica, un convegno tenutosi in Toscana nel marzo del 2002 e promosso dalla Regione Toscana e dall’Assessorato alle Attività Produttive diretto da Ambrogio Brenna. Segno di un mutamento profondamente civile, esso si pone un obiettivo estremamente ambizioso: aprire un confronto su nuove basi tra Istituzioni Pubbliche (Regione Toscana) e Imprese, non improntato esclusivamente ai dispositivi tradizionali della regolazione politica.
www.fabricaethica.it nasce dunque come progetto per legare informazione, sviluppo e servizio nel quadro di una “sostenibilità” dell’attività produttiva non limitata ai vincoli di tutela ambientale, piuttosto centrata sulle forme di responsabilità nella tutela dei diritti legati alla dimensione sociale dello sviluppo.
Articolato in tre sezioni collegate tra loro, una di servizio, una di taglio teorico ed infine una di presentazione del progetto politico, il sito intende sviluppare un modello di comunicazione dinamica e proteiforme, in grado di soddisfare tutte le esigenze degli operatori, dei ricercatori e degli amministratori pubblici.
LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE
L’idea della responsabilità sociale delle imprese (RSI o, secondo l’acronimo anglosassone, CSR, Corporate Social Responsibility) ha cominciato a diffondersi in Europa negli anni ’80, ma solo di recente essa è stata recepita nell’ambito delle normative europee. Il Libro verde “Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese” (redatto dalla Commissione europea nel luglio 2001) definisce la responsabilità sociale come "l’integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate". Essere "socialmente responsabili" significa perciò non solo soddisfare gli obblighi giuridici applicabili, ma andare oltre: per evidenziare la propria gestione responsabile nei confronti della popolazione e dell’ambiente in cui operano, le imprese soddisfano, su base volontaria, le condizioni di tutela imposte tanto da vincoli ambientali quanto dal rispetto di regole sociali e lo fanno nell’esercizio delle loro funzioni, produttive e commerciali, estendendo questa preoccupazione anche a tutti coloro che, identificabili con il termine anglosassone di stakeholders, portano interessi all’impresa stessa, cioè influenzano il suo comportamento o sono influenzati da esso (stakeholders, o interlocutori sociali dell’impresa, saranno dunque i dipendenti, i clienti, i fornitori, i soci, ma anche i concorrenti, la comunità, la Pubblica amministrazione e l’ambiente).
La RSI intende dunque promuovere nuovi parametri nella valutazione della prestazione aziendale, integrando il profilo economico con componenti ambientali e sociali: ed è in questo frangente che l’esercizio dell’attività economica incontra la riflessione dell’etica, disciplina veterana nella descrizione e prescrizione di regole per la convivenza sociale.
Con la tempestiva stesura di un Commento al Libro Verde la Regione Toscana ha inteso avviare – prima fra tutte le amministrazioni europee – un processo virtuoso di cooperazione con la realtà produttiva locale e con il territorio in cui essa si colloca Esito finale di tale iniziativa è stata la promozione della certificazione di responsabilità sociale SA 8000 (unico standard internazionale di certificazione rilasciato da terzi).
“CON I PIÙ DEBOLI, CON I PIÙ AUDACI”
Ambrogio Brenna, Regione Toscana, Assessore alle Attività Produttive: "La responsabilità sociale delle imprese è un concetto diventato per la Regione obiettivo di governo per il perseguimento di uno sviluppo fondato sulla non discriminazione, la valorizzazione delle persone e delle “diversità”, la protezione e la tutela dei diritti acquisiti. Una crescita che significhi sviluppo all’interno di un tessuto imprenditoriale di piccole dimensioni, più reattivo ai cambiamenti ma al tempo stesso più facilmente “aggredito” dalle logiche di mercato.
Il contesto economico toscano, all’interno del panorama italiano ed europeo, si contraddistingue per l’articolazione in distretti industriali: sistemi che vivono di integrazione delle economie e di “reti”, spesso informali, che ne spiegano il successo, nonostante le inevitabili periodiche difficoltà congiunturali, che si aggiungono a quelle strutturali.
L’obiettivo è far sì che queste reti si rafforzino, si formalizzino e trovino visibilità a livello internazionale, sia attraverso investimenti in ricerca e sviluppo sia attraverso investimenti in sistemi gestionali che rafforzino le relazioni interne alle imprese, loro vero punto di forza. Investire nella responsabilità sociale delle imprese significa dare valore, evidenza e soprattutto concretezza all’etica”. (segue)
COMMISSIONE ETICA REGIONALE
La Commissione Etica Regionale Toscana per la Responsabilità Sociale delle Imprese (CER) si è ufficialmente insediata il 15 maggio 2003 ed è composta da rappresentanti di tutti gli stakeholders territoriali: sistema camerale, enti locali, associazioni non profit e Ong, associazioni di consumatori, sindacati, associazioni datoriali. Punto di arrivo di un percorso sulla responsabilità sociale delle imprese che la Toscana ha avviato da tempo e che si è concretizzato nella previsione di contributi a fondo perduto per le piccole e medie imprese toscane che intendono acquisire la certificazione SA 8000, la CER - presieduta dall'assessore Ambrogio Brenna - ha il compito di condividere il percorso verso la certificazione etica con tutti i portatori di interessi a livello territoriale.
La Commissione Etica ha collaborato con la Regione Toscana alla realizzazione del secondo convegno internazionale di Fabrica Ethica "La responsabilità sociale delle imprese per un'Europa dei diritti
PROGETTO EUROPEO DESIGN-MTS - CALL PER ESPERTI IN RSI
PMI A MISURA DI CSR CSR A MISURA DI PMI
BANDO INAIL 2012
ACTION PLAN NAZIONALE sulla RSI 2012/2014
PROGETTO RESPONSIBLE MED